Rispondi ai cambiamenti in modo creativo

In Natura

immagine: http://www.fibrohaven.com/2012/10/02/change-of-season-and-reason/

Nel primo principio in Permacultura si dice “osserva e interagisci“. Oggi vediamo l’ultimo principio della Permacultura: rispondi ai cambiamenti in modo creativo. Si chiude il cerchio. Per accorgersi del cambiamento è prima di tutto necessario osservare. Il cambiamento è conseguenza dell’interazione. Il risultato del cambiamento è il feedback. Possono arrivare segnali passo passo. E sei di nuovo chiamato ad interagire: rispondi ai cambiamenti, e fallo in modo creativo.

Evidentemente non stiamo parlando solo di Permacultura. Questo principio ci interessa molto da vicino. Ci interessa nelle nostre vite, nelle città, nella società, nelle relazioni. A volte non vogliamo il cambiamento per paura o per incapacità. Non vogliamo cambiare perchè ci piace l’equilibrio che conosciamo, nel bene o nel male. Questi sono alleati psicologici, ma ci impediscono di evolvere. Si evita il cambiamento anche quando sarebbe irragionevole non farlo. E’ dal 2002 che l’Euro ci ha traghettati nella crisi, ma non c’è la volontà di uscirne. Le alternative terrorizzano. Governi e media a braccetto fanno gioco forza su questa inerzia umana: meglio la strada vecchia…sempre.

Rispondi ai cambiamenti. Sbaglia per crescere.

Vedere il cambiamento negli occhi del nostro partner o nel suo comportamento. Il timore di perdere ciò che davamo per certo, sicuro, con fondamenta solide. Non tutto si muove secondo i nostri piani personali. Possiamo metterci lì, con i piedi piantati a terra e le braccia conserte e aspettare che una valanga ci investa…ma perchè?
La valanga ci investirà, il cambiamento era nell’aria, e volenti o nolenti lo sapevamo. Non viviamo questa vita per trovare il giorno che ci dà più soddisfazione e fare in modo che ogni giorno sia come quello. Non succederà. Le condizioni cambieranno, o lo farete voi, o lo faranno loro. E ti sarà suggerito: rispondi ai cambiamenti.

La vita è in costante movimento, l’esistenza è costante cambiamento. Non siete gli stessi che eravate 1 minuto fa. Siamo una continua Generazione, Operazione e Dissoluzione. Opporsi alla certezza è desiderare di errare nuovamente per imparare la stessa lezione. Ma di quante ripetizioni abbiamo bisogno?

Non sappiamo esattamente chi siamo, cosa siamo o quale è il nostro ruolo qui. E’ inutile convincersi di essere qualcosa che non siamo e fare di tutto per difendere delle posizioni che prima o poi si riveleranno false. Il mondo degli uomini è zeppo di opinioni, ognuno ha la sua, tutti hanno la loro ragione e gli altri hanno torto. Tutto è vero e falso al tempo stesso.

Confrontatevi con chi avete intorno e lasciate che tutto scorra liberamente, senza opposizione o muri interiori, e le energie di questo piano scorreranno libere dentro di voi.

“La visione è vedere le cose come saranno, non come sono”

E se la morte fosse solo il passaggio da bruco a farfalla? Sarà il caso di essere pronti a spiccare il volo!

Questo era l’ultimo principio della Permacultura. Se ti sei perso gli altri, li puoi trovare tra i percorsi di lettura qui. Ma come portare questi principi nella propria vita?

Se apprezzi quello che scrivo e vuoi che continui così, metti mi piace alla pagina ^^


Condividi questo articolo citando la fonte, senza alterarne il contenuto e senza scopo commerciale: questo articolo è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale

Submit a comment