Un punto in tempo ne salva cento. Cosa regalo a Natale?

In Fatto in casa, Informazione

“Un punto in tempo ne salva cento”

Il proverbio delle nonne che cucivano. Appena un capo d’abbigliamento presentava uno strappetto, un buchino o una cucitura cedeva, intervenivano subito con un punto rapido, piuttosto che aspettare che lo strappo si estendesse e il lavoro diventasse più difficile.

Come non cucire i pantaloni

Quelli in foto sono i pantaloni che usavo in campo…un punto in tempo ne salva cento…ero talmente fuori tempo che erano diventati mille.

Questo proverbio sartoriale si sposa spesso con il sesto principio della Permacultura: “non produrre rifiuti”. La non generazione di scarti è l’obiettivo a lungo termine, dove differenziare è il primo passo e riciclare riducendo i rifiuti quello a medio termine.

pacchetti regali di natale e palline
Immagine: http://www.newspedia.it/regali-di-natale-2015-idee-originali-per-lui-e-per-lei/

Con tutti i regali di Natale, tra gli incarti, il packaging e la roba vecchia che viene sostituita, in blocco in solo 1 notte, generiamo tonnellate di mondezza.

Come possiamo ridurre l’impatto?

sculture in metallo riciclato di galletti e galline

  • cerca idee regalo in mercatini del riuso;
  • non finite vittime del marketing: con il black friday, il Natale, la befana e i saldi a gennaio, l’obiettivo è vendervi roba 4 volte.
  • non comprare prodotti il cui packaging non sia davvero riciclabile;
  • incartate il regalo usando vecchi fogli stampati di stampante con retro bianco (quelli che tipicamente si conservano come fogli di brutta), e decorate con scritte o disegni il lato bianco (i bambini si divertono a farci i disegni..l’incarto diventa un regalo esso stesso);
  • riciclaggio: lo scarto si trasforma in risorsa per nuovi usi. Con un po’ di creatività e qualche idea online, potete creare voi dei regali riciclando roba di casa;
  • gira o rivendi un regalo che non ti è piaciuto;
  • riduzione dei consumi: non consumare nè comprare oltre l’indispensabile;
  • fai regali intelligenti, utili o che rimangono;
  • usa le cose fino alla loro reale morte: vestiti e tecnologia in primis;
  • comprate smartphone e portatili solo quando vi servono davvero. Non cedete agli impulsi, tanto già il mese dopo l’acquisto valgono un 20% in meno e dopo 1 anno già vi avranno stufato.
  • ripara, regala e vendi/compra usato, invece di buttare.

Sono consigli semplici, ma nel nostro tipo di società fanno la differenza. E sono consigli alla portata di tutti.

Buone Feste!

Se apprezzi quello che scrivo e vuoi che continui così, metti mi piace alla pagina ^^


Condividi questo articolo citando la fonte, senza alterarne il contenuto e senza scopo commerciale: questo articolo è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale

Submit a comment