Supporto tecnologico per il viaggio

In Viaggio Wwoof

Immagine: http://chavarriagil66.blogspot.it/2015/02/your-browser-does-not-support-frames.html

Prima di partire per questa esperienza di wwoof, ho scritto un articolo sulla “tecnologia da viaggio” che sarebbe stata il mio supporto tecnologico per il viaggio nei mesi a seguire, ovvero sull’acquisto di un tablet che avevo fatto per poter rimanere connesso, controllare internet, ma soprattutto scrivere articoli sul blog felpagialla.info.
Oltre al tablet avevo anche stipulato un contratto internet con la Tre per la connessione: 5 euro al mese per 3 giga. Una buona formula, ma avrei preferito 1,5 giga per 2,50 euro.

Ora che è quasi un anno che sono in giro, scrivo le mie opinioni a posteriori sulla scelta fatta e su cosa sto usando ora.

Ci sono dei posti un po’ sperduti fra montagne o valli, in cui non avevo copertura di rete, quindi dovevo appoggiarmi alla connessione di chi mi ospitava. Un mese ad esempio ho buttato 5 euro per una connessione che non ho usato. Visto che purtroppo i costi di viaggio e connessione sono a mio carico, e che come wwoofer non ho alcun tipo di rimborso spese, l’idea di buttare soldi così non mi piaceva.

Attualmente in città, ma anche in alcuni paesi ci sono dei locali o delle aree che offrono una connessione gratuita; inoltre, solitamente, quasi tutti gli host che mi hanno ospitato avevano una loro connessione cui potersi appoggiare.
Così, dopo Natale, ho deciso di interrompere il contratto di internet. Era superfluo e anche in caso di emergenza, una soluzione si trova sempre.

Parallelamente, da ottobre, ho cominciato a portare in viaggio con me un portatile. La mia esperienza informatica è stata molto apprezzata da vari host. Inoltre sul pc ho tutti i libri che leggo e scrivo gli articoli del blog felpagialla con più rapidità e comodità rispetto al tablet.

Ho fatto le mie valutazioni. Il tablet batte in comodità e trasportabilità il portatile, ma considerato che quando mi ci metto, scrivo molto e alcuni articoli richiedono parecchio tempo, il farlo sul tablet non era così facile.
Potevo rimediare una piccola tastiera da collegare usb al tablet, ma c’è un altro fattore che mi ha indotto a preferire, per le mie esigenze, il computer: le app del tablet non sono complete quanto i programmi di un pc. E visto che io non rientro nella media dei consumatori, poichè mi trovo di tanto in tanto a fare elaborazioni di immagini e audio ad alto livello, è decisamente uno spreco di tempo tentare l’approccio Android.

Fonte: http://www.hwupgrade.it/forum/archive/index.php/t-926524.html
Fonte: http://www.hwupgrade.it/forum/archive/index.php/t-926524.html

Ho venduto quindi il tablet. Il pc che uso è un Acer Aspire 1693 del 2005 con XP. A gennaio ha compiuto 10 anni!!

Questo pc non è il mio unico supporto. Sempre a Natale, ho…diciamo ereditato uno smartphone e ho mandato a riposo il Nokia C205.
Quando devo solo controllare facebook o la posta, evito di tirare fuori il portatile. Si tratta di uno smartphone “italiano”. Uso le virgolette perchè questa roba è fatta tutta in Cina, comunque, la casa che lo distribuisce e ci mette il marchio è italiana: Brondi. E’ un entry level, ma fa il suo dovere.

Fonte: https://www.brondi.it/luxury-5.html
Fonte: https://www.brondi.it/luxury-5.html

Note dolenti di questo modello:

  • Poco spazio a disposizione
  • GPS pessimo
  • Fotocamera non buona quanto quella del tablet

Per il resto è ok.

Quindi, rispetto a quelle che sono le mie esigenze, a tornare indietro non acquisterei più il tablet, ma userei da subito questa combinazione pc + smartphone. Oppure, dato che le mie esigenze sono molto lontane dalla media, se vi piace scrivere, potete anche prendere un tablet ed attaccarci una tastiera usb e/o mouse esterno, che lo rendono molto prossimo al portatile come interagibilità. Addirittura, con uno smartphone dai 5 pollici in su di schermo, potete ignorare il tablet e fare tutto con esso (con tastiera e mouse esterni).

Spero questo articolo possa tornarvi utile. Non sarà una di quelle recensioni dettagliate, ma ci sono consigli utili per chi cerca tecnologia “da viaggio”.

Se apprezzi quello che scrivo e vuoi che continui così, metti mi piace alla pagina ^^


Condividi questo articolo citando la fonte, senza alterarne il contenuto e senza scopo commerciale: questo articolo è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale

1 Comment

Submit a comment