Glifosate, Roundup, Erbicida, OGM, Transgenesi, Monsanto, Argentina

In Informazione

Immagine: http://www.bioecogeo.com/dallargentina-allarme-per-il-glifosato/

Il glifosate o glifosato: noto come erbicida totale (non selettivo). Il composto chimico è divenuto di libera produzione nel 2001, anno in cui è scaduto il relativo brevetto di produzione, fino ad allora appartenuto alla Monsanto Company.”

Wikipedia

In questo articolo vediamo alcune linee ufficiali, le ricerche in corso, le posizioni di alcuni paesi e i reportage sul posto di ricercatori indipendenti.

In un rapporto ISPRA relativo agli anni 2011 e 2012 ed elaborato sulla base di dati provenienti dalle Agenzie Regionali per la Protezione dell’Ambiente (ARPA) e delle corrispondenti agenzie provinciali (APPA), il glifosato viene definito come uno degli erbicidi più utilizzati nell’agricoltura italiana.

Il successo del glifosato/glifosate è dovuto alla sua bassa pericolosità, dovuta a vari fattori, tra cui la bassa tossicità per l’uomo rispetto agli erbicidi in uso all’epoca della sua introduzione.

Cancro?

A maggio 2016 anche una riunione congiunta di esperti della Organizzazione mondiale della sanità e della FAO sui residui di pesticidi (JMPR) ha concluso che “il glifosato è improbabile che comporti un rischio cancerogeno per gli uomini come conseguenza della esposizione attraverso la dieta

  • the available data is contradictory and far from being convincing
  • equivocal evidence existed of a relationship between glyphosate exposure during pregnancy and cardiovascular malformations
  • the World Health Organization’s International Agency for Research on Cancer classified glyphosate as “probably carcinogenic in humans”

Divieti di vendita e/o uso

Nel tempo, sono intervenute varie restrizioni al suo utilizzo, che vanno da semplici precauzioni a veri e propri divieti di uso o produzione, relativi o assoluti.

  • il parlamento di El Salvador lo ha messo al bando
  • il presidente dello Sri Lanka ha vietato l’uso e l’importazione del glifosato
  • le Bermuda hanno deliberato un blocco temporaneo delle importazioni
  • la legislazione dei Paesi Bassi ne ha proibito la vendita a privati
  • ministro francese dell’ecologia ha chiesto ai vivai e ai centri di giardinaggi di vendere il glifosato non da scaffalature aperte

Concludo con il video-reportage “El costo humano de los agrotóxicos” di Pablo Ernesto Piovano.

Gran parte del testo qui presente è una citazione delle pagine dedicate al Glifosato su Wikipedia IT e Wikipedia EN.

Se apprezzi quello che scrivo e vuoi che continui così, metti mi piace alla pagina ^^


Condividi questo articolo citando la fonte, senza alterarne il contenuto e senza scopo commerciale: questo articolo è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale

Submit a comment