Costa Rica. Giorno 2, bus verso nord

In Costa Rica

Il secondo giorno ci aspettava un lungo viaggio in bus verso nord: da Alajuela a Bijagua.

Siamo senza auto, scheda telefonica e connessione. Sveglia alle 7 e con la wifi del posto alla ricerca di info sui bus.

Consultiamo un sito che ha coincidenze e orari, ma non sembra affidabile. Coincidenze troppo strette. E’ facile che ci siano ritardi.

Relazionarti rispetto alle metropoli

Nelle città europee, c’è una grande organizzazione. Tante fonti di informazioni precise. Puoi essere molto indipendente.
Qui no. Incominci a chiedere alle persone, e riscopri il gusto di contare sugli altri. La cordialità e l’aiuto spontaneo sono molto presenti.

Un episodio di aiuto spontaneo

Camminavamo lungo la strada, guardando la cartina in cerca del capolinea. Un tassista in auto, in mezzo al traffico, ha dedotto la nostra direzione, abbassato il finestrino, rallentato e mentre guidava con dei clienti dentro e auto che gli suonavano dietro, ci ha urlato:

“la stazione dei bus è poco più avanti a sinistra!”

La stazione del bus verso nord

Un edificio con un cortile interno, 2 negozietti, 2 bancarelle e 2 biglietterie. Un pochino fatiscente, ma tenuto pulito da un operoso signore.

Una sala d’attesa che dava più l’idea di una stanza per fare una riunione parrocchiale. Uno schermo sul muro che trasmetteva una fiction senza audio.

Abbiamo preso 2 biglietti e aspettato la nostra chiamata: ci sono 2 tizi che urlano le destinazioni dei bus in arrivo.

La corsa sul bus verso nord


5 ore di bus con una sosta di 20 minuti per pranzo e pipì. Un piatto di riso, fagioli e verdure cotte. 3 euro. No poco, no tanto.
Abbiamo percorso la strada a ovest che costeggia Puntarénas.

Principali o secondarie, le strade sono sempre uguali e contornate da una natura esplosiva.

L’autista correva come un assassino e il bus molleggiava a destra e sinistra. Preghi che non si rovesci.

Le ruote erano sempre al limite tra asfalto e terreno, con curve con solo mezzo metro di terra laterale e precipizi ovunque.

Ancora aiuto spontaneo

Due signori ci hanno suggerito la miglior fermata dove scendere per la nostra destinazione: Finca Experimental Cata Chocolate.



Condividi questo articolo citando la fonte, senza alterarne il contenuto e senza scopo commerciale: questo articolo è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale

Submit a comment