Approdato sabato a Collistanza

In Collistanza

Sabato ho salutato i ragazzi del Podere Novo e nel pomeriggio sono partito per questa nuova meta: Collistanza (colle di Costanza, una vecchia proprietaria) è un’azienda agricola biologica che produce marmellate ed erbe secche per preparati vari. Ho preso il treno da Grosseto per raggiungere Cecina, in provincia di Livorno. Qui mi sono venuti incontro Valerio e Laura. Valerio, insieme a Rosa, sono coloro che mi ospiteranno per un paio di settimane. Laura invece è una donna di 41 anni, con deficit fisico-cognitivi, che da qualche tempo è ospite qui.

È la prima volta che mi capita di vivere da vicino un’esperienza simile. All’inizio riflettevo su come avrei dovuto comportarmi e relazionarmi. Le nostre azioni e il nostro esempio sono importanti per lei. C’è osservazione ed emulazione spesso: a volte devi fare attenzione a delle abitudini sbagliate che potrebbero essere subito riprodotte, diventando poi difficili da discutere. Con lei puoi parlare tranquillamente, anzi, devi parlare tranquillamente (viene l’istinto ad approcciare come ad un bambino, ma non lo è, e quindi è importante capirlo noi in primis), anche se ci sono delle tematiche o dei concetti che non vengono compresi o accettati (il riflesso nello specchio o i film che sono visti come eventi reali).

Ci sono come delle paure o dei blocchi, cose che a lei non piacciono, ma che di continuo ella stessa ti ripropone. Ha passioni e interessi che sono quelli legati all’infanzia, cui è molto legata. Le azioni e le reazioni sono fanciullesche. È molto delicata e dolce: ieri mi ha regalato una casetta fatta con il pongo…mi ha completamente spiazzato! Fa molte attività interessanti: in questi giorni sta andando ad un maneggio qui vicino per imparare il volteggio.

È bello potersi confrontare ogni giorno con realtà nuove, che ti mettono in discussione.

Appena arrivati sul posto mi è stata mostrata la camera in cui sto: è un edificio separato dalla casa principale. In passato era una stalla. Oggi ristrutturata completamente. A parte le quintalate di scolopendre la sera e uno scorpioncino ieri, si sta bene.

Subito fuori della casa ho un piccolo recinto con chioccia e pulcinetti.



Condividi questo articolo citando la fonte, senza alterarne il contenuto e senza scopo commerciale: questo articolo è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale

Submit a comment